Pagine

Clique para entrar

RÁDIO AMICI DEL TALIAN NO AR

sábado, 31 de março de 2018

La Pàscoa de sti ani - Jaciano Eccher

Mi ricordo che la Pàscoa  ntea casa dei miei genitori la zera difarente che la pàscoa che gavemo incoi. Pupà e mama sempre poareti i gavea mia soldi par comprar bei ovi de cicolate. Lera cose sémplice, due o tre stimane prima domandava a la mama che non spachesse e gnanca butasse via le scorse dei ovi parvia de dopo meter rento mandolini intornadi de sucro fato casa con la "cana-de-açucar".
Chi giutea noantri a dipintarli cossì bei l'era la nostra maestra ntela scola. I zera fati nela setimana santa e dopo li portàvino casa par magnar ntela Pàscoa. E che boni che i zera. Se magnea contenti de gaver giutado la maestra farli.

Fin pecà che i fioi de incoi i non conosse questa stòria de felicità e semplicità. I ghe vol i ovi sempre piu costosi e grandi a ogni ano che passa. Pagar 50, 60, o de pi de sento conti par un ovo? Ma dove gavemo rivà? Bisogna che tornemo in drio e insegnemo a nostri fioi che la felicità non si compra, la se conquista con lavoro, onore e dele volte la se trova nele cose piu sémplice che gavemo intorno.

Nenhum comentário:

Postar um comentário

Gostou?Comente aqui e se possível inscreva-se.