Pagine

Clique para entrar

RÁDIO AMICI DEL TALIAN NO AR

segunda-feira, 25 de junho de 2018

La fiama de San Gioan de sti ani

Tuti lo conosse o almanco i brasiliani le feste giunine e la Festa de San Gioan ma incoi vólio racontar per voaltri la festa ntela mia comunità.
La pa'i ani novanta ntela pìcola comunità de "Alto da Serra", ntel paeselo de Três Palmeiras ntel Rio Grande do Sul gaveva due sposi de nome "Agenor e Rosa Silveira" che ensieme co'i so fioi e el aiuto de tanti visini i ghin feva la Festa de San Gioan con la fiama, vin boiesto con altre condimenti che ntel Brasil se ciama "Quentão" e tanta, ma tanta mùsica e alegria.
I pareciamenti par la festa scominsiava due o tre stimane prima del di 23 de giugno. Chi gavea i giughi de bò con la careta o anca con le catene i giutea tirar via fora del bosco grosse bore de piante seche par far la Fiama de San Gioan.
L'era una festa sémplice ma che veniva gente de tuti cantoni de quela cità e anca de altre cità de avicinansa. La sucedea sempre ntela note del di 23 de giugno fusse el di dea stimana che fusse.

Nel di dela festa mi e me fradel, feva i bravi fioi, se dimenticava fin la pigrìssia de tosati noantri giutava i nostri genitori de paura che i dassesse noantri casa. E come l'era mia tanto lontan se ndea a pie o con la careta, sempre co'l feral in man par s-ciarir la strada e come i me genitori e anca noantri ancora da cièi se piasea cantar e sonar se porteva ensieme i violoni (chitare acùstiche) e la armónica e se canteva par tuta la strada.

Sonadori intorno a la fiama, tosati che i corea par de qua e par de la drio giocar, done che ciacolea fra de lore, cossì lera la festa che par me l'era la piu bela festa dela vita.
Ricordo che un colpo de questo noantri se gavemo dimenticà casa i fuminanti par impissar el fogo ntele bombete de far s-ciochi e semo ndati domandar a la Rosa, che zera la parona dea festa. Come ela sempre li gavea par via dei sigri, la ga scominsià tirar via par fora del portatete (sutiã) le carte, i soldi, pàia pa'i sigri, el fumo e fin che vien fora i sofanei (fuminanti).
El momento pi forte dela festa zera la mesa note in punto quando l'era ora de pestar su le brase che gaveva vansà dela Fiama de San Gioan belche smorsada. Una note de questa un omo visin de noantri ga bevesto tanto vin che ntel ora de pestar le brase el ga perso el fià e ga cascà ensieme le brase, poareto alora si el se gà cipà un bruto brustolon ntei bràssii.


Nenhum comentário:

Postar um comentário

Gostou?Comente aqui e se possível inscreva-se.